HOME PAGE

itinerari tematici

sei in: home > Luoghi  > Francavilla d'Ete

FRANCAVILLA D'ETE



Il castello di Francavilla d’Ete sarebbe sorto secondo la tradizione per iniziativa di due servi sfuggiti ai loro padroni, ma il nome è tipico dei borghi che godevano di particolari esenzioni o franchigie in ragione della loro posizione strategica. Il castello risulta menzionato come possedimento vescovile nel 1157 e nel 1385 viene riscattato da Fermo dopo la conquista da parte del capitano di ventura Averardo della Campana. Il centro si sviluppò intorno alla chiesa di S. Ruffino, oggi scomparsa, con un impianto poligonale dotato di sei torrioni merlati e di una sola porta a sud; il borgo esterno si è sviluppato intorno al XVI sec.


MONUMENTI, CHIESE E MUSEI

Chiesa di San Rocco di Montpellier, ampiamente riconfigurata nel 1936 presenta, della struttura originale, un portale modanato e riquadrato e all’interno un affresco del Pagani e La Crocifissione di autore ignoto.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie, all’interno si trova un grazioso affresco cinquecentesco di scuola locale ” Madonna con il Bambino e Santi” .

Palazzo Comunale, situato in Piazza Vittorio Emanuele II, risale ad epoca lontanissima. Nel lato sud-ovest ha incastonato uno dei sei torrioni del Castello risalente al 1140. Nei sotterranei si potevano ammirare ardite volte reali. Subì forti danni dal terremoto del 1943, con il crollo di tutto il tetto e di parte delle murature perimetrali ed interne.

Orologio Comunale si trova attualmente in un vano sopra la porta a sud della piazza principale sormontata da una incastellatura di ferro che sorregge le due campane delle ore e dei quarti. C’è da ritenere che l’orologio sia stato trasferito nel 1786 nella torre del Palazzo Priorale e che poi in epoca seguente sia stato riportato nella vecchia sede.