HOME PAGE

itinerari tematici

sei in: home > Luoghi  > Monte Giberto

MONTE GIBERTO



Il Comune di Monte Giberto, già abitato dai Piceni e dai Romani, si ritiene affondi le sue origini nel XI sec. Fu possedimento degli abati farfensi; nel XIII sec. passò sotto il dominio di Fermo, diventandone un “Castello”, e fu munito di una cinta muraria con quattro torrioni,  due dei quali esistenti e restaurati. Seguì in tutto le vicende di Fermo di cui fu un forte avamposto verso ovest. La sua struttura edilizia nel XVIII sec.  si rinnova profondamente, secondo una caratteristica pianta compatta, semplice ma elegante che fa convergere l’abitato in una piazza da cui si diramano vie e viuzze.


MONUMENTI, CHIESE E MUSEI

Palazzo Comunale, dall’armonica settecentesca facciata in cotto, al suo interno è presente una Sala delle volte polivalente


Chiesa di Sant’Antonio, antica chiesa gentilizia del 1721

Chiesa Parrocchiale di San Nicolò, conserva una pregevole tela raffigurante l’“Ultima Cena” del 1602 di scuola fiorentina, un gruppo ligneo policromo e un organo del Callido del 1797. 


Santuario di Santa Maria delle Grazie, espressione del culto mariano, custodisce una scultura marmorea raffigurante una “Madonna con Bambino”, attribuita all’arte pisana del XIV sec.  e diversi dipinti di scuola marchigiana del XVII sec.


Chiesa di San Giovanni Battista, ricostruita nel 1771, si caratterizza per l’interno a croce greca con abside settecentesca; particolare l’organo Paci del 1876.