HOME PAGE

itinerari tematici

sei in: home > Luoghi  > Monte Rinaldo

MONTE RINALDO



Sul suo territorio, già nel 264 a.C. venne costruito il santuario ellenistico romano con molte villae intorno che resero possibile poi, in età longobarda, la continuità della vita. Su di esse vennero erette pievi, castelli, monasteri e borghi. Il suo territorio di “frontiera” nell’alto Medioevo fu conteso dal Ducato di Fermo, dalla città di Ascoli e dai monaci Farfensi. Il centro storico si espande intorno al XIII sec. su un piccolo insediamento franco-longobardo. In seguito vivrà le vicende degli altri paesi della zona: nascita dei Comuni, dominio della Chiesa, invasione napoleonica e  Unità d’Italia.


MONUMENTI, CHIESE E MUSEI

Area archeologica del II secolo a.C. in località Cuma. Sono stati scoperti negli anni 1958-1962 resti monumentali di un Santuario di età tardo repubblicana.  Di questo complesso è stato riportato alla luce il muro del Temenos, costituito da blocchi di arenaria, che delimita l’area Sacra: all’interno di questa sono stati scoperti i resti di un tempio poi interrato, compreso tra una stoà (porticato) a due navate, a nord, ed un edificio rettangolare ad ovest. Doveva trattarsi di un luogo di culto di grande importanza, la cui distruzione fu dovuta al terreno franoso. Il complesso era costituito da un porticato originariamente lungo più di 60 metri a doppia fila di colonne di arenaria, ioniche e doriche.


Chiesa del SS. Sacramento e Rosario, costruita nella metà del Settecento, con interno tardo barocco, conserva al centro dell’abside una favolosa tela.


Chiesa di Santa Maria di Montorso, oggi in decadenza, custodisce affreschi quattrocenteschi.